Feed RSS

Archivi categoria: Le parolacce

PLEONASTICO

La rubrica delle parolacce

BENTORNATI nella nuova tappa di questa RUBRICA DOMENICALE.

Questa è una rubrica a due blog e l’altra parola di oggi la trovate sul blog di Sonia: ‘Solo1altrariga’, che troverete a questo link.

La misteriosa parola di oggi sarà:

PLEONASTICO

fd15f866bcd58ec73e50360661eaeca2_400x400

PLEONASTICO è un aggettivo della lingua italiana, maschile singolare che è usato per dire “che costituisce pleonasmo”. Quindi per una più semplice traduzione che è “superfluo, sovrabbondante, inutile”.

“Il pleonasmo (dal greco πλεονασμóς: pleonasmós, “esagerazione”) è la figura retorica per cui si ha un’aggiunta di parole o elementi grammaticali esplicativi a un’espressione già compiuta dal punto di vista informativo e sintattico. A tale accorgimento, il cui effetto è una ridondanza, si ricorre per ragioni stilistiche, al fine di dare alla frase una maggiore intensità, forza, chiarezza o efficacia.”

 singolare  plurale
 maschile   pleonastico   pleonastici
 femminile   pleonastica   pleonastiche

 SILLABAZIONEple | o | nà | sti | co

PRONUNCIA /pleo’nastiko/

ETIMOLOGIA: dal greco πλεοναστικός,(spleonastikós), derivato di pleonasmós, pleonasmo.

SINONIMIinutile, ovvio, scontato, superfluo

CONTRARI: essenziale, scarno

PAROLE DERIVATE: pleonasticamente

CITAZIONE: 

” Quando leggo che c’è gente che non riesce ad arrivare a fine mese, può sembrare pleonastico. Ma dimenticare la cultura sarebbe gravissimo.”(Riccardo Muti)

a-story-about-the-end-of-storytelling-36-638

La nostra sfida è, oltre a fornirvi curiose informazioni su parole poco conosciute, di spingervi a provate a darci una citazione per la parola “pleonastico” o qualsiasi notizia divertente che trovate.

ATTENZIONE LETTORI.

Per QUESTO 2015 questa è l’ultima parolaccia che vi proporremmo io e SONIA, ma non è detto che non potremmo riprendere a Gennaio. Scriveteci le vostre impressioni, raccontateci se quest’idea vi è piaciuta e diteci la vostra. Chissà che non ci venga voglia di continuare a farvi conoscere qualche nuova parola così bella della nostra meravigliosa lingua italiana.

La Rubrica delle P@rolacce – Tappa 6

LA RUBRICA DELLE P@ROLACCE

DI SONIA E GALENA

La rubrica delle parolacce

LA SESTA TAPPA

Oggi 6 Dicembre 2015, per la prima tappa di questo freddo mese di Dicembre, eccovi  le parole per questa sesta tappa!

Diteci lettori, come vi è sembrato il primo mese di questa rubrica? Scriveteci mi raccomando, aspettiamo i vostri commenti.

6 Dicembre

AZZECCAGARBUGLI & FAVELLARE

Siete caduti in letargo come tanti bei ghiretti e avete perso le tappe precedenti? nessun problema, clikka qui e scopri il post riassuntivo!

FAVELLARE

La rubrica delle parolacce

BENTORNATI nella nuova tappa di questa RUBRICA DOMENICALE.

Questa è una rubrica a due blog e l’altra parola di oggi la trovate sul blog di Sonia: ‘Solo1altrariga’, che troverete a questo link.

Oggi insieme parleremo della misteriosa parola:

FAVELLARE

Oh! Suvvia lettori, non fate quella faccia!

Dopo tutto è una parolaccia!

Favellare è un verbo della lingua italiana, di facile riconduzione al sostantivo “favella” (femminile singolare che vuol dire “capacità di pensiero”). E’ un verbo intransitivo che reggie l’ausiliare avere. Deriva dal latino fabellare, fabulare o fabulari che vuol  proprio dire “parlare”.

SIGNIFICATO: Parlare, raccontare, narrare

SILLABAZIONE: fa | vèl | la |re

SINOMINI: (proprio pe ril suo significato) Parlare, discorrere, narrare, raccontare.

ATTENZIONE! Se incontrate la parola FAVELLARE come sostantivo!

Nella sua forma sostantivata al maschile singolare Favellare è usato per dire: “Modo di parlare, favella, parlata” Ad esempio: le lingue mescolate e bastarde, che non hanno parole, nè favellari propri, non sono lingue (Varchi).

CITAZIONI

  1.  Di quelli che favellano, o piuttosto cicalano assai, si dice: egli hanno la lingua in balìa; la lingua non muore, o non si rappallozzola loro in bocca, o e’ non ne saranno rimandati per mutoli: come di quelli che stanno musorni: egli hanno lasciato la lingua a casa, o al beccajo; e’ guardano il morto; o egli hanno fatto come i colombi del Rimbussato, cioè perduto ‘l volo. D’uno che favella, favella, e favellando, favellando con lunghi circuiti di parole aggira sé, e altrui, senza venire a capo di conclusione nessuna, si dice: e’ mena ‘l can per l’aja: e talvolta, e’ dondola la mattea; e’ non sa tutta la storia intera, perché non gli fu insegnato la fine; e a questi cotali si suol dire: egli è bene spedirla, finirla, liverarla, venirne a capo, toccare una parola della fine; e, volendo che si chetino, far punto, far pausa, soprassedere, indugiare, serbare il resto a un’altra volta, non dire ogni cosa a un tratto, serbare che dire.

DI che cosa stiamo parlando? Ma del modo di dire “Menar il can per l’aia” questa è la spiegazione che si trova nel “Dizionario l’Ercolano di Benedetto Varchi (1565) dell’Accademia della Crusca.

2. “Donna, beato, uguale, | Parmi a un Dio quel mortale | Che ti siede di fronte, e, a te ristretto, | Soavemente favellar ti sente, | Sorridere ti mira amabilmente.” (da All’amata poesia di Saffo 1863, fr. 31)

CURIOSITA’ DALLA RETE

La DIVINA COMMEDIA è il primo testo dove si favella in latino volgare, provate a guardare QUI 😉

Su Facebook invece troviamo ben due pagine che favellano QUI e QUI

a-story-about-the-end-of-storytelling-36-638

La nostra sfida è, oltre a fornirvi curiose informazioni su parole poco conosciute, di spingervi a provate a darci una citazione per la parola “favellare” o qualsiasi notizia divertente che trovate.

Ti è piaciuta questa parola? Commenta o reblogga il post. Aiutaci a far crescere la rubrica.

Vuoi suggerirne una parola anche tu? Scrivila in un commento e la prenderemo in esame!

Atavico

La rubrica delle parolacce

BENTORNATI nella nuova tappa di questa RUBRICA DOMENICALE.

Questa è una rubrica a due blog e l’altra parola di oggi la trovate sul blog di Sonia: ‘Solo1altrariga’, che troverete a questo link.

Oggi in onore della mia socia di rubrica parleremo di:

ATAVICO

evoluzione

Non fatevi forviare dall’immagine qui di sopra….

ATAVICO è un aggettivi della lingua italiana che deriva dal latino atăvus «bisarcavolo», o ancora meglio nel plurale atăvi cioè «proavi, antenati» 

 singolare  plurale
 maschile   atavico   atavici
 femminile   atavica   ataviche

 

SIGNIFICATO: Come ogni parola ha svariati rimandi in base a come la si vuole usare.

  1. di ciò che è originario degli antenati, specialmente molto lontani nel tempo, e che discende come eredità da essi.
  2. (per estensione) antico, remoto, primigenio.
  3. in genetica, di carattere riscontrabile negli organismi viventi così come nei loro antenati antichi che appare invece regreditoo del tutto scomparso in quelli meno remoti; più specificamente, di carattere ereditario che riappare in un individuo dopo essere stato assente per più generazioni come effetto di una ricombinazione di geni che codificano per fenotipi recessivi.
SILLABAZIONE: a | tà | vi | co
ETIMOLOGIA:  la derivazione di questa parola viene fatta risalire all’antica lingua francese atavique, dal termine latino atavus “bisarcavolo” che al plurale (atavi) assumeva il significato di “antenati”
SINONIMI: avito, ancestrale, ereditario, congenito, inveterato, istintivo.
CONTRARI: acquisito, appreso

TRADUZIONE:

Inglese: atavistic, atavic

Francese: atavique

Tedesco: atavistisch

Spagnolo: atávico

CITAZIONE: La mia fame è atavica: vengo da una dinastia di morti di fame! (Tratta dal film “Totò a Parigi”)

 

CURIOSITA’ DALLA RETE

SUL WEB: “Atavico Rosso Piceno Superiore” alla scoperta di un ottimo vino rosso da tavola marchigiano (http://www.moncaro.com/it/vini/dettaglio/53-atavico/152-atavico-rosso-piceno-superiore)

SU TWITTER digitando ATAVICO  troverete una bellissima carrellata di foto varie ed eventuali (https://twitter.com/search?q=atavico&src=typd&lang=it)
SU YOUTUBE invece un bel po di notizie
https://www.youtube.com/results?search_query=atavico
SU INSTAGRAM fornisce anche lui una bella pagina di foto divertenti
http://instagify.com/tag/atavico
e infine YAHOO ANSWERS: https://it.answers.yahoo.com/search/search_result?fr=uh3_answers_vert_gs&type=2button&p=atavico
e su FACEBOOK?
Ci rimanda a ben tre interessantissime pagine:
1. di un’aziendahttps://www.facebook.com/ATAVICO/?ref=ts&fref=ts
2. di un gruppo musicale https://www.facebook.com/Atavico-231802700285595/?ref=ts&fref=ts
3. e di un “interesse”  https://www.facebook.com/pages/Vizio-atavico/626040950777006?ref=ts&fref=ts 😉

 

 

a-story-about-the-end-of-storytelling-36-638

La nostra sfida è, oltre a fornirvi curiose informazioni su parole poco conosciute, di spingervi a provate a darci una citazione per la parola “atavico” o qualsiasi notizia divertente che trovate.

Ti è piaciuta questa parola? Commenta o reblogga il post. Aiutaci a far crescere la rubrica.

Vuoi suggerirne una parola anche tu? Scrivila in un commento e la prenderemo in esame!

La Rubrica delle P@rolacce – Tappa 5

La rubrica delle parolacce

LA RUBRICA DELLE P@ROLACCE

DI SONIA E GALENA

LA QUINTA TAPPA

Oggi 29 Novembre 2015, alle ore 14 circa usciranno entrambe le parole per questa quinta e ultima tappa per il mese di novembre!

Diteci lettori, come vi è sembrato il primo mese di questa rubrica? Scriveteci mi raccomando, aspettiamo i vostri commenti.

29 Novembre

ATAVICO & EUNEIROFRENIA

Siete caduti in letargo come tanti bei ghiretti e avete perso le tappe precedenti? nessun problema, clikka qui e scopri il post riassuntivo!

XD

 

Solipsista

La rubrica delle parolacce

BENTORNATI e BENVENUTI nella nuova TAPPA di questa RUBRICA DOMENICALE. Questa è una rubrica a due blog e l’altra parola di oggi la trovate sul blog di Sonia: ‘Solo1altrariga’, che troverete a questo link. Mi raccomando commentate, rebloggate e diteci la vostra!

SOLIPSISTA

130_solipsismo-olio-su-tavola-62x70cm-2012

Solipsista è un sostantivo della lingua italiana che deriva da una teoria filosofica.

Solipsista vale sia al maschile che al femminile. Tabellina riassuntiva per capire meglio: 

 singolare  plurale
 maschile   solipsista   solipsisti
 femminile   solipsista   solipsiste

SILLABAZIONE: so | li | psì | sta

ETIMOLOGIA: è una parola composta che deriva dal latino solus “solo” e ipse “stesso”; si può quindi riassumere come ossia “solo se stesso”

TERMINI CORRELATI:

Solipsismo

*Solipsismo s. m. [dal lat. mod. solipsismus ]

In filosofia è l’atteggiamento di chi risolve ogni realtà in sé medesimo, o dal punto di vista pratico (ponendo a metro delle azioni il proprio interesse personale) o da quello gnoseologico-metafisico (considerando l’universo come semplice rappresentazione della propria, particolare coscienza). Dall’Ottocento il solipsismo, rigorosamente inteso, è la posizione teoretica che assume la coscienza empirica, individuale, come fondamento di ogni forma di conoscenza: inizialmente connesso all’idealismo soggettivo, cioè alla dottrina che risolve ogni realtà nei contenuti soggettivi, particolari, della coscienza, è parzialmente superato nell’idealismo trascendentale di I. Kant, che considera l’autocoscienza pura dell’«io penso» come fondamento universale e oggettivo del conoscere, cui tuttavia è ancora contrapposta la realtà autonoma della «cosa in sé»; il suo completo superamento avviene solo nell’ambito dell’idealismo oggettivo, in quanto posizione filosofica che elimina ogni contrapposizione tra la coscienza e la realtà.

2. Per estensione, nell’uso letterario o elevato, soggettivismo, individualismo estremo, per cui ogni interesse è accentrato su di sé, ignorando o trascurando i problemi e gli interessi degli altri.

_____________________________________________________Quella del solipsismo è una dottrina interessante, che non è facile esporre in poche parole, ma che si intuisce bene.

Ciascuno di noi sa che esiste. Conosce i propri pensieri e le proprie percezioni; e in effetti, non c’è prova che questi non siano l’unica realtà oggettiva. Tutto l’universo di conoscenza e morale potrebbe essere un colossale film girato e proiettato dalla nostra coscienza, a nostro singolare uso: io esisto, e nient’altro. Si tratta di una dottrina che grossomodo coincide con quella dell’idealismo soggettivo, e ha dei suggestivi sviluppi sia in ambito gnoseologico (cioè nello studio della conoscenza), sia in ambito pragmatico, etico e metafisico; e anche se non è più in voga, certi suoi profili sono ben riconoscibili a tutt’oggi in certe tendenze culturali – quasi come il buffo naso del bisnonno che torna a manifestarsi nei discendenti. Infatti questo complesso concetto ha invitato una semplificazione molto incisiva: il solipsista finisce per essere l’individualista estremo. In questo senso il massimo egoismo trova una dimensione nuova, ed eccezionalmente schietta: me ne frega solo del mio pro perché io esisto, gli altri non so, e perciò me ne cale poco.È vero che nella vita esiste un’asimmetria: di noi medesimi abbiamo esperienza diretta, degli altri e dei loro stati interiori solo una ipotetica, inferenziale. Ma questo non giustifica un arroccamento su sé stessi. Immaginazione ed empatia sono forme di conoscenza, rispetto a cui il solipsista resta semplicemente ignorante; e la solidarietà è cultura, al modo in cui lo sono la poesia e l’alta scienza.

_____________________________________________________

TRADUZIONE:

  • inglese: solipsistic
  • francese: solipsisme
  • spagnolo: solipsista
  • tedesco: Solipsismus

CITAZIONE: [di Gianni Brera su Maradona]

“Maradona, come tutti puro isso, cura lo suo particulare: ma questo non toglie che, eccellendo di per sé, egli esalti anche la squadra di cui è per solito gran parte. […] Il calcio è gioco collettivo per eccellenza: chi si illude di poter reggere solo soletto agli avversari tutti è un povero nesci, un megalomane, un solipsista insopportabile.”

SINONIMI: fenomenista, soggettivista, egoista, individualista.

CONTRARI: oggettivista, realista, altruista

a-story-about-the-end-of-storytelling-36-638

La nostra sfida è, oltre a fornirvi curiose informazioni su parole poco conosciute, di spingervi a provate a darci una citazione per la parola “solipsista” o qualsiasi notizia divertente che trovate.

Ti è piaciuta questa parola? Commenta o reblogga nel tuo blog il post. Aiutaci a far crescere la rubrica.

Vuoi suggerirne una anche tu? Scrivila in un commento o all’indirizzo mail martina_federica@hotmial.it (specificando nell’oggetto “parolaccia per la rubrica”) e la prenderemo in esame!

LA RUBRIC@DELLE PAROLACCE – TAPPA 4

La rubrica delle parolacce

LA RUBRICA DELLE P@ROLACCE

DI SONIA E GALENA

LA QUARTA TAPPA

Oggi 22 Novembre 2015, alle ore 16 circa usciranno entrambe le parole per questa quarta puntata. Restate nei paraggi.

22 Novembre

 

SOLIPSISTA E SOCCIDA

 

IL MONDO DEGLI M/M BLOG

Crederci sempre, arrendersi mai.

Il gufo pensieroso

servizi editoriali

AntonellaP❤

"E se la vita corre allora corro anch'io fino a che mi fermerà un giorno qualche dio"

Heartagram Faith

In HIM we Trust

luisadautoremm

Credi sempre in te stesso, non arrenderti mai!

'mypersonalspoonriverblog®

Amore è uno sguardo dentro un altro sguardo che non riesce più a mentire

Selvaggia Scocciata

Mi interesso spesso e mi annoio subito.

Il Sole Nascosto

Parole e musica oltre le nubi dei pensieri

PENSIERI LOQUACI

leggi, potrai solo migliorarti..